Il cartone ondulato: un amico dell’ambiente

News

In un’epoca come questa, in cui l’attenzione per l’ambiente è sempre più grande e in cui è fondamentale percorrere ogni strada possibile per ridurre l’inquinamento, il cartone ondulato si presenta come un validissimo alleato per l’ambiente.

Il cartone ondulato è infatti biodegradabile e riciclabile al 100%.
Negli ultimi anni, grazie anche all’ausilio di leggi sempre più improntate alla salvaguardia e al rispetto dell’ambiente, anche i collanti per unire il cartone sono fatti con materiale ecologico.
Di solito infatti sono prodotti con elementi naturali, come l’amido di mais o la fecola di patata.

I vantaggi del riciclo del cartone ondulato per l’ambiente

Secondo le ultime stime della GIFCO (Gruppo Italiano Fabbricatori Cartone Ondulato) quasi l’80% degli oggetti creati con il cartone ondulato è fatto di materiale riciclato, e soltanto il restante 20% con materiale nuovo.

Questo significa che il cartone ondulato ha un notevole impatto sull’ambiente, permettendo innanzitutto di salvaguardare il taglio di nuovi alberi per ricavare la fibra dei cartoni, con un enorme risparmio in ambito di emissioni di CO2 e di consumo di acqua.

Inoltre il circa 20% di materiale nuovo che si immette nella fabbricazione di cartone ondulato, viene ricavato da foreste appositamente dedicate allo scopo, e tenute rigorosamente e strettamente sotto controllo, per evitare un disboscamento selvaggio e danni consistenti all’ambiente.

Negli ultimi anni l’attenzione nei confronti dell’inquinamento, da parte delle aziende produttrici di cartone ondulato è cresciuta tantissimo, e si stima di poter aumentare ancora di più la percentuale di materiale riciclato nei prossimi anni, in modo da preservare in maniera ancora più consistente l’ambiente.

I modi per riciclare il cartone ondulato

Il cartone ondulato è un materiale estremamente versatile, si presta a diversi utilizzi per quanto riguarda il riciclo, andiamo a vedere quali sono.

Il primo modo per riciclare è quello di riutilizzare le fibre di cui è composto per creare nuovi prodotti in cartone ondulato. Quando viene riciclato infatti, le fibre vengono separate per poi poter essere riutilizzate.

Il secondo modo per riciclare il cartone ondulato è anche definito “riciclaggio organico”, consiste nel ricavare del compost dalle fibre del cartone ondulato, da poter utilizzare come fertilizzante naturale.

Il terzo sistema, consiste nel bruciare il cartone in un inceneritore in modo da ricavare energia dal cartone ondulato. Questo sistema di solito viene utilizzato quando le fibre del cartone sono state già riutilizzate tantissime volte e quindi il processo di riciclo non è più ripetibile. Anche in questo caso però il cartone non viene sprecato, e resta amico dell’ambiente.