Come scegliere il Corriere per il tuo e-commerce (per un trasporto sicuro ed efficiente)

Carves Packaging News

“Come scelgo un corriere per la mia azienda?”

La domanda sembrerebbe di facile risposta: naturalmente, quello che offre il miglior servizio al prezzo più basso. La realtà dei fatti, però, è distante da questa forma così semplicistica.

Il miglior corriere, infatti, è quello che può trasportare al meglio il tuo prodotto e che si adegua perfettamente alle necessità del tuo business.

Quali sono i problemi che riguardano il settore?

Un accorgimento importante da seguire, quando si sceglie un corriere esterno per il trasporto dei propri prodotti, è quello di stipulare un’assicurazione che tuteli da un eventuale furto o smarrimento della merce. In questo modo sarà possibile ammortizzare possibili perdite.

Nella percezione del cliente, il corriere rappresenta parte della tua azienda o del tuo e-commerce: chi acquista non ha sempre la capacità di distinguere tra il servizio di vendita e quello di spedizione, per cui, per evitare recensioni e feedback negativi, è opportuno valutare l’affidabilità e la correttezza dell’azienda.

Tempistiche di spedizione: che peso hanno sulle vendite?

Viviamo nell’epoca dei grandi portali digitali, come ad esempio Amazon, che hanno la possibilità di veicolare milioni di ordini e spedizioni al giorno, con un sistema che consente ai propri affiliati di ricevere le consegne in un giorno.

Se miri a offrire un servizio di questo tipo, allora dovrai scegliere un corriere in grado di garantire la consegna nell’arco delle 24/48 ore solari.

Se però il tuo prodotto è unico e originale, oppure si trova in vendita nel tuo e-commerce a un prezzo maggiormente competitivo, allora è chiaro che dilatare i tempi di spedizione fino a un massimo di 4-5 giorni lavorativi potrebbe non essere un problema per l’utente.

Se l’obiettivo per l’acquirente sarà il risparmio, allora possiamo cercare di fluidificare in maniera meno serrata gli invii, purché avvengano nel lasso di tempo segnalato. In caso di prodotti dal costo importante, come grandi elettrodomestici, che richiedono anche il ritiro RAEE e l’installazione, il servizio dovrà essere effettuato da personale specializzato.

Quali sono le esigenze da tener presenti per la scelta di un corriere?

Prima di scegliere il tuo corriere di fiducia con il quale stringere una partnership, dovrai fare una disamina accurata sulle tue esigenze e sull’utenza.

Nel dettaglio, se devi effettuare spedizioni all’estero, dovrai scegliere un corriere in grado di operare a livello internazionale. Le imprese locali, invece, spesso si appoggiano ad aziende collocate in loco applicando un sovrapprezzo.

Un altro aspetto da non trascurare è la tipologia di merce che si trasporta. In particolare, nel caso di vendita di vino, generi alimentari e/o arredamento, è chiaro che il corriere deve essere specializzato nel trasporto di queste tipologie di prodotti, che potrebbero essere più facilmente danneggiabili.

Che cosa influenza il costo della spedizione?

Un altro fattore da tener presente è la tariffa, che viene calcolata in base alla dimensione media dei colli, al loro peso e al numero di spedizioni che si potrebbero effettuare durante l’anno. Se spedisci merce voluminosa, sarà applicata una tariffa a volume, oppure una a peso.

Inoltre, molto spesso tra le varie offerte ci possono essere scarti di pochi centesimi o pochi euro: in quel caso, vale la pena di capire se a un costo leggermente superiore può essere corrisposto un servizio migliore in termini di affidabilità.

Quando si tratta di pochi euro, infatti, potresti decidere di assorbire il costo nel prezzo di vendita, senza un ricarico particolarmente pesante sul consumatore finale.

Come stipulare il miglior contratto con il corriere?

Se sei alle prime armi ti conviene sempre richiedere più preventivi per avere maggior potere in trattativa.

Se non hai mai effettuato mai il servizio di spedizione, meglio avere un piano commerciale e delle previsioni, perché è importante indicare in autonomia quale sarà la previsione media delle spedizioni che intendi affidare, arrotondando per eccesso la cifra.

Valutare anche eventuali costi extra tra cui:

  • Supplemento Carburante (Fuel Surcharge)
  • Spese di Giacenza
  • Telefonata al cliente per la consegna
  • Spese per Contrassegno
  • Consegna al piano
  • Assicurazione

Assicurarsi che il referente di zona sia una persona affidabile e che risponda prontamente alle richieste di informazione.

Se il contratto non è esclusivo, allora potrai affidare la consegna alle filiali dei corrieri che lavorano meglio, evitando così di scontentare i tuoi clienti.

L’imballaggio è anche un altro aspetto da tener presente. Ogni prodotto ha bisogno di essere confezionato in maniera tale da arrivare a destinazione integro. In tal senso, Carves Packaging mette a disposizione tantissime tipologie di scatole di cartone, anche su misura, per effettuare le tue spedizioni in maniera sicura.